Il nostro obiettivo è +Europa, il nostro strumento è Forza Europa

Ancora in questi giorni post voto si discute della contrapposizione politica, in Italia come altrove, tra un polo nazionalista/sovranista e uno europeista.

Forza Europa è nata con un nome che era – ed è – un programma: l’interdipendenza basata sulle regole, il multilateralismo fondato sul diritto internazionale e, prima e sopra ogni cosa, l’integrazione europea come destino migliore per l’Italia.

Il voto a Più Europa con Emma Bonino, insufficiente ma consistente, è un investimento nella direzione di un movimento europeista, di quel “partito dell’Europa”, trasversale rispetto alle categorie del passato ma dalla fortissima identità.

Chi ci ha votato, chi ha votato Emma lo scorso 4 marzo, a mio avviso, ci ha chiesto prima di tutto questo: non fermatevi, andate avanti, in Italia ed in Europa, con altri, costruite il movimento che mette l’Europa al centro della soluzione ai problemi di oggi. Crescita, lavoro, distribuzione del reddito, migrazioni, diritti, sicurezza, privacy.

Per questo +Europa deve diventare il soggetto in cui possano identificarsi elettori e sostenitori che, quale che sia la loro storia, vogliono contrapporsi ai vittoriosi di oggi e vogliono farlo in nome della libertà e della serietà.

Noi che ci abbiamo creduto per primi, dobbiamo promuovere in nome dell’integrazione europea l’alternativa ai nazional/sovranisti, oggi trionfanti.

Lo Statuto di +Europa prevede che entro giugno si debba prendere una decisione e che, per proseguire, occorre un nuovo statuto aperto.

Di questo processo saranno protagonisti i soggetti promotori, Radicali Italiani, Centro Democratico e noi, Forza Europa.

Per questo, abbiamo deciso di cambiare e aprire anche il nostro statuto alla partecipazione diretta.

Per questo, per dare ancora piu energia alla nostra proposta sulla necessità di lavorare da subito all’apertura e al rafforzamento di +Europa come movimento dell’alternativa, vi chiediamo di iscrivervi intanto a Forza Europa e partecipare alla prima assemblea del 21 e 22 aprile a Milano: “Forza +Europa”.

È importante.

 

Benedetto Della Vedova

Condividi